La collezionista di libri proibiti di Cinzia Giorgio

LA COLLEZIONISTA DI LIBRI PROIBITI di Cinzia Giorgio

La collezionista di libri proibiti di Cinzia Giorgio 

Se al posto del melo ci fosse una libreria, Eva coglierebbe certamente questo romanzo. Perché questo romanzo è spaventosamente potente. Perché un libro in mano a una donna, è la leva che solleva il mondo. Solo che spesso proprio noi donne non ci facciamo caso, prese dal turbinoso vortice della quotidianità. 
Un libro è l’arma più potente che ci sia stata nei secoli e che ancora oggi potrebbe fare la differenza, e in questo romanzo tra presente e passato, ci sono tutti gli ingredienti per riflettere. 
Cinzia Giorgio scrive uno dei romanzi più belli dell’anno, un inno alle donne, al potere inespresso, al coraggio, a quello spirito ancestrale che l’evoluzione ha conservato in ognuna di noi, per poter conservare la specie… E non parlo solo di genetica. Nonostante la storia d’amore, quello che ho colto di questo romanzo è il potentissimo messaggio al femminile. Un inno alle donne, a quel coraggio di andare avanti, di lottare e non risparmiarsi, anche quando tutto sembra contro di noi. Ma non solo, qui i messaggi sono tantissimi, e tra questi la solidarietà femminile, anche a distanza di anni e di secoli; quel sottile ma innegabile filo che lega tutte le donne, anche quelle che non si conoscono e non si conosceranno mai. Con questo romanzo Cinzia Giorgio ci scuote, invitandoci a riflettere, a riprendere in mano ciò che spesso ci dimentichiamo di avere: il potere. Il potere della lettura, il potere della parola, il potere del pensiero: le armi più utili che possano esistere, se legate alla solidarietà femminile, possono davvero fare la differenza. La collezionista di libri proibiti è un simbolo di quello che siamo state, di quello che abbiamo ottenuto attraverso il sacrificio di altre donne che ci hanno preceduto. Attraverso le lettere della poetessa e cortigiana veneziana Veronica Franco e la vita della protagonista Olimpia, l’autrice ci invita in una narrazione dalla quale è impossibile alzare la testa, alla quale è impossibile non tornare col pensiero nei giorni a seguire. Tutto qui è declinato al femminile: la Serenissima, la poetessa, Venezia nei secoli, e se ci soffermiamo un attimo a riflettere, tutta la Storia ci restituisce sempre una donna al fianco dell’uomo che ha condotto un popolo, che ha vinto una guerra, che ha fatto una scoperta che ha rivoluzionato la Scienza e le altre discipline. 
LA COLLEZIONISTA DI LIBRI PROIBITI Cinzia Giorgio
La collezionista di libri proibiti ci racconta la storia di una donna, dalla sua adolescenza fino alla maturità, attraverso la sua passione per i libri antichi, e soprattutto quei libri messi al bando dalla Chiesa, e spesso scritti proprio da donne, tra queste, Cinzia Giorgio sceglie Veronica Franco, le sue poesie e i suoi scritti, accostandoli in modo magistrale alla vita di Olimpia, alle vicende che segneranno le sue scelte e le svolte della sua vita. La protagonista ha quindici anni quando per caso durante un giorno di pioggia si rifugia in una libreria antiquaria, dove attraverso le parole del vecchio proprietario Anselmo, Olimpia sente forte il richiamo della Storia, della conoscenza e del suo pericoloso fascino. Le figure femminili  presenti nelle potentissime e struggenti pagine di Cinzia Giorgio, sono più attuali che mai, ci invitano a fermarci e riflettere su cosa possiamo (e dobbiamo) pretendere da noi stesse, e per cosa è imprescindibile lottare: l’autostima. Senza l’autostima, non ci può essere spazio per l’amore in tutte le sue forme. Un altro argomento attualissimo che emerge dal romanzo è l’imprenditoria femminile attraverso i secoli, perché se ci soffermiamo sulla cortigiana Veronica Franco, proseguendo attraverso il curriculum di Olimpia, ci rendiamo conto che l’imprenditoria femminile è sempre esistita, e anche questo fa parte del grande cerchio dell’autostima. In questo romanzo le donne sono tante, ognuna con il suo bagaglio di vita. Ma non solo, tra queste pagine c’è un messaggio che si tramanda da secoli: la conoscenza è potere, basterebbe saperla maneggiare con cura.
Uno dei libri più belli dell’anno, capaci davvero di aprire dibattiti, muovere pensieri, ritrovare ciò che si è perso. 

SOGNANDO TRA LE RIGHE (di Foschia75) – Per leggere la recensione completa clicca QUI

LA COLLEZIONISTA DI LIBRI PROIBITI

JLD Color Therapy Masque Urban Care e i consigli per l'etate per tutti i tipi di capelli con la beauty blogger Fabiola Aliu Cindy Style

I consigli degli esperti Jean Louis David per la cura dei capelli durante l’estate

I consigli degli esperti Jean Louis David per la cura dei capelli durante l’estate. In questo post vi parlerò di un argomento sempre molto importante per la maggior parte delle donne: il benessere dei capelli. Io tengo molto alla loro salute e per questo cerco di utilizzare i prodotti e i metodi giusti per curarli in ogni momento, anche e soprattutto…

0 comments